20/05/2024 1:06

A Dolcenera il premio speciale MEI Onda Rossa Indipendente per i venti anni di carriera

Condividi su

Dopo il grande successo della scorsa edizione, il 6, 7 e 8 ottobre nelle piazze centrali di Faenza (Ravenna) si terrà la nuova edizione del MEI – Meeting delle Etichette Indipendenti, la più importante rassegna della musica indipendente italiana, ideata e coordinata da Giordano Sangiorgi. 

Ai premi già annunciati si aggiunge il premio speciale MEI ONDA ROSA INDIPENDENTE per i 20 anni di carriera a DOLCENERA.

«A vent’anni dal suo esordio, Dolcenera torna sul palco del MEI per ricevere il premio speciale Onda Rosa Indipendente, – afferma Giordano Sangiorgi, patron del MEI – ad un talento che spazia dalla composizione alla scrittura, fino all’autoproduzione».

Il 7 ottobre Dolcenera sarà in concerto con alcuni dei suoi migliori brani in Piazza del Popolo a Faenza ( ore 18.00 – ingresso gratuito), sul palco principale del MEI 2023, insieme a Lucio Corsi, agli Statuto, ai Gang, ai Nobraino, ai Savana Funk e altri artisti da annunciare.

Dolcenera è una cantautrice italiana il cui percorso artistico ha inizio nel 2003 con la vittoria alla 53a edizione del Festival di Sanremo con il brano “Siamo Tutti Là Fuori“. Questo successo le permette di pubblicare il suo primo album “Sorriso Nucleare” nello stesso anno. Nel 2005, vince la trasmissione musicale “Music Farm” con il brano “Mai Più Noi Due” e pubblica il suo secondo album “Un Mondo Perfetto“. Il 2006 la vede partecipare nuovamente al Festival di Sanremo con il brano “Com’è Straordinaria La Vita” e pubblicare il suo terzo album “Il Popolo dei Sogni“, che ottiene il disco d’oro e successivamente il disco di platino. Nel 2009, partecipa nuovamente al Festival di Sanremo con il brano “Il mio amore unico” e pubblica l’album “Dolcenera Nel Paese Delle Meraviglie“. Nel 2011, lancia il suo album “Evoluzione della specie“, che contiene hit radiofoniche come “Il Sole di domenica” e “L’amore è un gioco“. Nel 2012, vince il Festival di Sanremo con la canzone “Ci vediamo a casa” e nel 2015 pubblica il suo album “Le stelle non tremano“. Dolcenera è anche nota per il suo impegno sociale, come testimone di Earth Day Italia e sostenitrice di progetti ambientali come Plastic Radar di Greenpeace. Nel 2020, pubblica il singolo “Spacecraft” e nel 2022 rilascia l’album “Anima Mundi“, caratterizzato da influenze etniche e sonorità elettroniche, con testi che affrontano temi come la multiculturalità, la pace, il rispetto dell’ambiente e la gratitudine per la vita. Il suo percorso artistico è stato contraddistinto da numerosi successi musicali e collaborazioni significative, dimostrando la sua versatilità come cantautrice.

Fin dalla prima storica edizione, il MEI,  la manifestazione, fondata e diretta da Giordano Sangiorgi, è stata la piattaforma di lancio della nuova scena indipendente italiana con artisti che sono diventati pilastri della musica in Italia (tra gli altri Diodato, Afterhours, Bluvertigo, Marlene Kuntz, CSI, Pitura Freska, Baustelle, Caparezza, Negramaro, Brunori Sas, Perturbazione, Marta sui Tubi, Offlaga Disco Pax, e tantissimi altri) e ha premiato emergenti oggi considerati punte di diamante della nuova scena artistica del nostro Paese (come Ermal Meta, Fulminacci, Lo Stato Sociale, Ghali, I Cani, Canova, Calcutta, Zibba, Mirkoeilcane, Le Luci della Centrale Elettrica, Motta, Colapesce, Cosmo e tanti altri). Tanti sono stati anche gli artisti che hanno mosso i loro primi passi proprio al MEI, come ad esempio Daniele Silvestri che nel 1997 allestì un suo stand espositivo e più recentemente i Måneskin, che al MEI di Faenza hanno realizzato una delle loro primissime e uniche esibizioni in un festival indipendente fuori da Roma. Durante i suoi 28 anni di attività il MEI, con le sue edizioni ufficiali insieme alle tante edizioni speciali (a Bari, Roma e in altre città), ha registrato un totale di 1 milione di presenze, la partecipazione di 10mila artisti e band dal vivo, 5mila realtà musicali coinvolte in expo e convegni e 1000 giornalisti (più di 100 dal resto d’Europa) che hanno parlato del MEI contribuendo a renderla la più importante vetrina della nuova e nuovissima musica italiana. Anche quest’anno il MEI trasformerà Faenza per tre giorni in una vera e propria città della musica con concerti, presentazioni musicali e letterarie, convegni e mostre, affiancati da una parte espositiva rivolta agli operatori della filiera musicale con l’obiettivo di sostenere la crescita e la diffusione di una cultura musicale indie ed emergente. Verranno selezionate le migliori realtà indie italiane grazie al circuito di AudioCoop, che rappresenta circa 200 piccole etichette discografiche indipendenti italiane, e saranno presenti, unico caso in Italia, i vincitori di oltre 100 festival e contest per emergenti provenienti da tutta la Penisola e selezionati da AudioCoop, coordinamento etichette indipendenti, dalla Rete dei Festival, dal circuito di AIA – Artisti Italiani Associati, insieme a La Squadra per la Musica, il programma in oltre 150 radio Classic Rock on Air.

Il MEI – Meeting delle Etichette Indipendenti è realizzato grazie al sostegno e al contributo del Comune di Faenza, l’Unione Romagna Faentina, la Camera di Commercio di Ravenna e della Regione Emilia – Romagna.

I Partner del MEI: AFI, Associazione Fonografici Italiani, Meeting dell’Amicizia dei Popoli di Rimini, SIAE, Nuovo Imaie, Bcc Credito Cooperativo Ravennate Imolese e Forlivese, Avis di Faenza, Molino Naldoni, Voxyl, Com2 – Ente di Formazione, AudioCoop, Aia – Artisti Italiani Associati, Rete dei Festival, Esibirsi, Music Day e Classic Rock on Air, No Name Radio, Radio Bruno.

ASCOLTA

Clicca qui