27/02/2024 1:54

Albert su Radiomondo con “Hanno rubato il sole”

Condividi su

“Hanno rubato il sole” è un brano caldo, estivo, in stile Pop-Punk che matcha perfettamente con una bella giornata di metà giugno.

Il pezzo ti scuote, ti sballa, ti fa cantare a squarciagola con una genuina spensieratezza.
Albert racconta del furto del sole inteso come la luce che illumina gli occhi, la fiamma che arde dentro ognuno di noi, il coraggio di vivere una vita di istinto con estremo impeto e adrenalina, come vorrebbe la nostra età. La quotidianità delle giornate che si ripetono incessantemente con la stessa trama affievoliscono le emozioni più calde, e così la pigrizia e lo sconforto prendono il posto della luce calda che illumina il volto di una ragazza, come fa il sole quando sparisce dietro le nuvole.

Leonardo Benedettini in arte Albert ha 23 anni e vive a Milano.
Il primo approccio con la musica lo ebbe con i grandi classici italiani in particolare con le canzoni di Bennato e De Andrè che ascoltava in macchina da piccolo e che inevitabilmente hanno fatto da guida nei gusti musicali.

All’età di 16 anni Leonardo perde suo padre, avvenimento che lo spinge sempre più a scrivere i propri pensieri in musica, pensieri che si concretizzano nelle prime canzoni pubblicate su You Tube all’età di 17 anni. Pubblica il primo album da indipendente verso la fine 2016 dal titolo “Alter Ego” e poco tempo dopo entra a far parte della famiglia di Warner Music con il quale pubblica il suo secondo Album nel 2018, Orme. Accumula diversa esperienza in questi anni sopratutto esibendosi dal vivo dai piccoli locali alle grande piazze fino alle scuole e ai licei lombardi. L’ultimo progetto CASAMIA è un album uscito indipendente che esprime al meglio la crescita artistica e personale vissuta dal 2013 ad oggi.
Nel 2022 inizia una collaborazione con Gotham Dischi siglata finora da 3 singoli.
Albert è un’ artista in continua metamorfosi senza un genere definito perchè spinto dalla continua necessità di scoprirsi e reinventarsi nuovamente.

ASCOLTA

Clicca qui